Tag

, , ,

Una torta molto primaverile, suggerita da Maestro Martino, con i fiori, a base di formaggio, uova, zucchero e zenzero!

“Habi i fiori sgranandoli et levandoli politamente da quelli soi ramicelli, et con essi incorporarai molto bene tutta la materia che è scripta per fare la torta biancha [e cioè: “una libra et meza di bono cascio frescho tagliato minuto, dodici o quindici albume o bianchi,  meza libra di zuccharo, et meza oncia di zenzevero del più biancho che possi havere, similemente meza libra di strutto o di botiro bono et frescho, item de lo lacte quanto basti, che serà assai un terzo di bocchale].

Poi farrai la pasta overo crosta in la padella sottile come vole essere, et mectiraila a cocere dandoli il focho a bell’agio di sotto et di sopra; et farai che sia di sopra un pocho colorita per el caldo del focho; et quando ti pare cotta, cacciala fore de la padella, et di sopra vi metterai del zuccharo fino et di bona acqua rosata.  Ma nota che questa tal compositione posta con li fiori vole esser più stretta o più spessa.
Et questo perché li fiori si vengano bene a compartire, et che ne sia tanto di sotto quanto in mezo, et di sopra et per tucto equalmente”.

 

È ordinabile online ai link seguenti “La cucina medievale: umori, spezie e miscugli” di Laura Malinverni, edito per Italia Medievale, con annotazioni, ricette, curiosità e cronache di banchetti del Medio Evo, in particolare del Trecento.

http://www.lulu.com/spotlight/italiamedievale

http://www.lulu.com/shop/laura-malinverni/la-cucina-medievale-umori-spezie-e-miscugli/paperback/product-22620828.html

Annunci