Tag

, , , , , , ,

“Collatione fatta all’ultimo di Maggio, in giorno di Venere in Trastevere in un Giardino”.

Una colazione fresca, fatta in giardino, all’ora del vespro…  ma con tanto di scenografia, di musica, di statue di zucchero e di burro! Siamo nel Cinquecento, a Roma, e questa volta il cuoco non è Maestro Martino, e nemmeno Cristoforo da Messisbugo, ma Bartolomeo Scappi (1500-1577), che cucinò per vari cardinali fino a sovrintendere alle cucine vaticane con i Papi Pio IV e Pio V.

VITA QUOTIDIANA BANCHETTO SANDRO BOTTICELLI NASTAGIO DEGLI ONESTI BANCHETTO

“Era posta la tavola, con tre tovaglie, adornata con diversi fiori, e fronde, la bottiglieria con diversi vini dolci, e garbi, la credenza ben fornita di varie sorte di tazze d’oro, d’argento, di maiolica, e di vetro […] e a ogni servitio si messe su la tavola sei statue di rilievo in piedi, le prime erano di zuccaro, le seconde di butiro, e le terze di pasta reale, e tal collatione fu fatta doppo il vespro, con varie sorte di strumenti, e musiche.

Primo servitio con le prime statue di zuccaro

Diana con la Luna in fronte, con l’arco, e cane al laccio, con cinque Ninfe

Prima Ninfa con un dardo in mano

Seconda con l’arco, e la pharetra

Terza con viola

Quarta con cornetta

Quinta con un ciembalo

[…]

Cerase palombine  (lib. 24 piatti 8)

Fraole suacate, servite con zuccaro sopra (lib. 16 piatti 8)

Uva fresca conservata (lib. 4 piatti 8)

Melangole dolci monde, servite con zuccaro sopra (nu. 60 piatti 8)

Mostaccioli napoletani (nu. 40 piatti 8)

Spoletti di marzapane  (nu. 40 piatti 8)

Morselletti di pasta reale lavorati in più modi (nu. 40 piatti 8)

Pignoccati freschi (nu. 40 piatti 8)

Ciambelle di monache (nu.40 piatti 8)

Capi di latte serviti con zuccaro sopra (nu. 40 piatti 8)

Butiro passato per la siringa, servito con zuccaro sopra (lib. 12 piatti 8)

Giuncate in frondi,  servite con zuccaro e fiori sopra (lib. 40 piatti 8)

Bottarghe tagliate in fette, servite con sugo di limoncelli e zuccaro sopra (lib. 6 piatti 8)

Schinale acconcio (lib. 6 piatti 8)

Aringhe acconcie (nu. 40 piatti 8)

Tarantello acconcio (lib.10 piatti 8)

Alici acconcie (nu. 120 piatti 8)

Insalate di sparagi (piatti 8)

Insalate di capparetti, una pasta e zuccaro (lib. 8 piatti 8)

Insalata di cedro tagliato in fette, servito con zuccaro e acqua rosa (piatti 8)

Insalate di lattughe e fiori di borragine (piatti 8)

Pasticci di trute, di sei libre per pasticcio, serviti freddi (nu. 8 piatti 8)

Focaccine fatte con butiro(nu. 40 piatti 8)

Olive di Spagna (nu.24 piatti 8)

Orecchine sfogliate piene di riso turchesco (nu. 40 piatti 8)

-Totale piatti 208

Levossi la prima tovaglia e dettesi l’acqua odorifera alle mani.

VITA QUOTIDIANA BANCHETTO ATRIB ROMANINO FAMIGLIA COLLEONI CASTELLO MALPAGA

Secondo servitio con le altre sei statue di butiro.

Uno elephante, con un castello su la schiena.

Hercole che sbranava la bocca al lione.

Il granvillano di Campidoglio.

Un camello, con un Re moro sopra.

Un alicorno che habbia il corno in bocca al serpente

Il cignale di Meleagro con la frezza in petto

Piselli teneri alessati con la scorza,  serviti con aceto e pepe (lib. 16 piatti 8)

Carciofani cotti, serviti con aceto, sale e pepe (nu. 40 piatti 8)

Tartufali cotti con olio, sugo di melangole e pepe (lib. 18 piatti 8)

Carciofani soffritti con butiro, serviti con sugo di melangole e pepe (nu. 40 piatti 8)

Tartufali crudi, serviti con sale e pepe (lib. 10 piatti 8)

Palmette napoletane acconcie (nu. 16 piatti 8)

Pasticci di pere riccarde, di tre per pasticcio (nu. 40 piatti 8)

Pere moscarole, o d’altra sorte, crude (lib. 24 piatti 8)

Visciole palombine (lib. 24 piatti 8)

Raviggioli fiorentini (lib. 16 piatti 8)

Cascio parmiggiano in fettuccie (lib. 16 piatti 8)

Casci marzolini spaccati di due libre l’uno (nu. 8 piatti 8)

Amandole fresche spaccate su le foglie di viti (nu. 400 piatti 8)

Uva fresca dell’anno passato conservata (lib. 24 piatti 8)

Neve di latte, servita con zuccaro sopra (piatti 8)

Cialdoni fatti a scartocci (nu. 350 piatti 8)

Ciambellette di monache (nu. 200 piatti 8)

Marroni cotti alle bacie, stufati nelle rose, serviti con sale, zuccaro e pepe sopra (nu.300 piatti 8)

Composta di rape (lib. 16 piatti 8)

Composta di carote (lib. 16 piatti 8)

Composta di citrioli (lib. 16 piatti 8)

Composta di finocchio marino (lib. 16 piatti 8)

Levossi la tovaglia e si dette l’acqua alle mani, e si mutò salviette candide, cucchiari e forcine.

Terzo et ultimo servitio con l’ultime statue.

Paride con un pomo d’oro in mano.

Pallade ignuda.

Giunone ignuda.

Venere ignuda.

Helena troiana, adornata di veste e capelli d’oro.

Europa sul toro, con le mani alle corna.

Cedri sani conditi (lib. 16 tazze 8)

Limoncelli conditi (lib. 16 tazze 8)

Melangoletti conditi (lib. 16 tazze 8)

Cocomeri conditi (lib. 16 tazze 8)

Meloni conditi (lib. 16 tazze 8)

Cocuzze condite (lib. 16 tazze 8)

Pere condite (lib. 16 tazze 8)

Noci moscate condite (lib. 16 tazze 8)

Noci nostrali condite (lib. 16 tazze 8)

Persiche condite (lib. 16 tazze 8)

Arbicoccole condite (lib. 16 tazze 8)

Visciole siroppate in tazzette (nu. 40 piatti 8)

Gelo di cotogne in scatoline (nu. 40 piatti 8)

Scatoline di cotognata (nu. 40 piatti 8)

Scatoline di copeta (num. 24 piatti 8)

Fucaccine di cotognata (nu. 24 piatti 8)

Scatole d’anaci confetti di due libre l’una (nu. 8 piatti 8)

Scatole di confetti grossi di due libra l’una (nu. 8 piatti 8)

Scatole di folignata confetta * di due libre l’una (nu. 8 piatti 8)

Scatole di seme di mellone confetto di due libre l’una (nu. 8 piatti 8)

Scatole di coriandoli confetti (nu. 8 piatti 8)

Scatole di mandorle confetti di due libre l’una (nu. 8 piatti 8)

Scatole di pistacchi confetti di due libre l’una (nu. 8 piatti 8)

Scatole di pignoli confetti di due libre l’una (nu. 8 piatti 8)

Finocchio confetto in pannocchie (lib. 16 piatti 8)

Mazzi di fiori lavorati, il pie d’oro e di seta (nu. 4 piatti 8)

Stecchi profumati con acqua rosa in piatti (nu. 40 piatti 8)

-In tutto tazze 88 e piatti 128

Fonte:

Bartolomeo Scappi, “Opera Di M. Bartolomeo Scappi, Cvoco Secreto Di Papa Pio V, divisa in sei libri, Roma e Venezia, 1570, apresso Michele Tramezzino”

Annunci