Tag

, , , , ,

Un documento conservato presso l’Archivio di Stato di Milano elenca in modo analitico le vivande che si trovavano nelle dispense e nelle cantine ducali di Milano, di Vigevano e del castello di Villanova il 1 gennaio 1495, al tempo in cui era duca di Milano Ludovico il Moro.

Da notare l’ingente presenza di spezie, la collocazione del riso tra le spezie, la notevole quantità di Vernaccia tra i vini…

Il “Repertorio de le cose se ritrovano ne la ducal dispensa in Mediolano adì primo zenaro 1495” annota  tra l’altro “…caponi de magro paria 28 ½, pernixi paria 4 ½, carne de boe grasso salata libre 12, lardo libre 51, formaggio magro et grasso libre 52, formaggio vechio libre 74, zucharo fino libre 20 ½, zucharo grosso libre 21, olio d’oliva libre 59, cinamomo intero e piatato libre 8, garoffani interi e pistati libre 3 ½,  spezie fine et zenzero libre 9 oncie** 9, pipero pisto et intero libre 2 oncie 4, zafferano oncie 1, noxe moscate numero 30, rixo libre 100, sale libre 96…”.

CUCINA OLIO TACUINUM SANITATIS CASANATENSE 4182 2

Nella “ducal dispensa de Viglevano” c’erano, tra le altre cose, “…olio de oliva libre 428, lardo libre 442 ½, zucharo grosso libre 52, barili de olivote n.9, sale biancho pani 20, rubiole 326, marzolini grossi (formaggi) n.8… vino vermiglio brente*** 697, vino bianco brente 18 ½  et vernazola brente 2279 ½ …”

* libbra: il suo valore medio variava da regione a regione, ma oscillava attorno ai 300 grammi

** oncia: decima parte della libbra, quindi del valore medio di 30 grammi

*** brenta:  antica unità di misura di capacità usata a Torino (litri 49,30 circa) e a Milano (litri 75,55). La brenta era  un contenitore in legno simile ad una bigoncia, usata nell’Italia settentrionale, che si porta sulle spalle con cinghie e serviva per il trasporto del vino o del mosto

(Fonte: ASMi, Archivio Sforzesco, Potenze Sovrane, scat.1483 fasc.9)

Per notizie sul periodo e su alcuni personaggi sito de La tigre e l’ermellino.

Annunci